Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la il link More
Cliccando su un link o close, acconsenti all’uso dei cookie.

Articoli archiviati

OGGETTO: Orientamento Università di Roma Tor Vergata.

Prot. n. 12095    Roma, 27/11/2018

CIRCOLARE N. 146

AL D.S.G.A.

AI DOCENTI

AGLI STUDENTI

AL SITO WEB (AREA ORIENTAMENTO)

OGGETTO: Orientamento Università di Roma Tor Vergata.

Si riportano di seguito le iniziative proposte dal Dipartimento di Fisica relative al Corso di Laurea in Scienza dei Materiali dell’Università di Roma Tor Vergata.

I docenti e gli alunni interessati potranno contattare la prof.ssa D Giacomo per organizzare la partecipazione alle singole attività.

Proposta 1: laboratori PLS (Piano Lauree Scientifiche)

I laboratori proposti riguardano attività ben definite:

  1. Realizzazione di celle solari ibride del tipo DSSC (Dye Sensitized Solar Cell), ovvero a colorante organico (Prof. Massimiliano Lucci)
  2. Realizzazione di un superconduttore YBCO ad alta temperatura critica (Prof. Massimiliano Lucci)
  3. Stampa 3D (Prof. Roberto Francini)
  4. Bioplastica: utilizzo di biopolimeri naturali per la costruzione di oggetti. (Dott.ssa Emanuela Gatto)
  5. Nanomateriali: realizzazione di nanoparticelle metalliche. (Prof. Silvia Orlanducci)
  6. Progettazione/realizzazione di strumentazione per esperimenti avanzati. (Prof. Claudio Goletti)
  7. Celle solari e sensori di luce: un laboratorio per conoscerli di più. (Prof. Paola Castrucci)

I laboratori PLS prevedono la partecipazione di gruppi di studenti coordinati da almeno un docente della scuola, necessariamente presente (in ragione di un docente della scuola ogni 8-10 studenti). La durata di un laboratorio è di 2/3 pomeriggi, ognuno della durata di 2-3 ore, presso la sede di Tor Vergata, più una fase introduttiva da svolgere a scuola in orari e tempi da concordare.

Proposta 2: Il lavoro del ricercatore (laboratorio di Scienza dei Materiali).

Lo scopo di questa attività è insegnare agli studenti le basi del lavoro di un ricercatore: perciò impareranno a destreggiarsi con strumenti “semplici”, a fare le misure necessarie e ad organizzare, interpretare e presentare i dati raccolti. Ogni singolo esperimento si svolgerà in un pomeriggio, per la durata di 3 ore, comprendenti la spiegazione del problema scientifico affrontato e una breve introduzione all’apparato utilizzato. Le attività si svolgeranno il martedì pomeriggio o il lunedì mattina.

  Sede: aula T1 (laboratorio didattico), appositamente attrezzata presso la sede Sogene dell’Università. Il numero massimo di studenti è di circa 30 per ogni incontro, divisi in gruppi, ciascuno al lavoro su un proprio banco sperimentale. Alla fine gli studenti prepareranno una relazione scritta dell’attività svolta, facendo uso di grafici e tabelle, anche ricorrendo a semplici strumenti informatici.

Gli esperimenti, che si svolgeranno sotto la guida di un docente universitario e con la necessaria presenza di almeno un docente della scuola, potranno essere concordati con il Dr. Giovanni Casini (aula T1) secondo le esigenze dei singoli istituti e le disponibilità della dotazione dell’aula.

Alcuni possibili argomenti (altri potranno essere concordati):

  • La conducibilità dei materiali (metalli, semiconduttori e superconduttori).
  • Le proprietà ottiche dei materiali.
  • Le proprietà magnetiche dei materiali.
  • Le proprietà termiche dei materiali.
  • Laboratorio di microscopia.

Al link http://laboratorio.fisica.uniroma2.it/scuola.html è possibile trovare maggiori informazioni

Questa iniziativa è rivolta solo agli studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori.

Proposta 3: I grandi esperimenti.

Gli studenti assisteranno a esperimenti di Fisica particolarmente significativi, più complessi di quelli coinvolti nella proposta 2, condotti da personale universitario presso l’Aula attrezzata T1 nell’edificio Sogene della Macroarea di Scienze. Ogni esperimento sarà preceduto da una Conferenza introduttiva sull’argomento trattato. Il laboratorio dell’aula T1 è specificatamente stato realizzato con lo scopo di promuovere la cultura scientifica attraverso dimostrazioni sperimentali di Fisica classica e moderna L’elenco delle possibili esperienze è consultabile all’indirizzo

http://laboratorio.fisica.uniroma2.it/index.html ( sottosezione “esperimenti”).

Ogni “conferenza+esperimento/i” avrà una durata indicativa di circa 90 minuti. Potranno partecipare fino a 70 studenti (accompagnati dai loro insegnanti).

Questa attività potrà svolgersi la mattina o il pomeriggio.

Proposta 4: Scienziati si diventa?

Tirocinio (stage) degli studenti presso un gruppo di ricerca afferente al Corso di Studi in Scienza dei Materiali.

Questa attività prevede che ciascuno studente passi un periodo di 3 giorni presso i laboratori dell’Università e alla fine svolga una tesina da presentare alla prova finale dell’esame di stato (su argomenti da concordare, riguardanti lo sviluppo di una particolare problematica riguardante la Scienza dei materiali, con eventuali approfondimenti sperimentali). L’attività si svolgerà nel pomeriggio, per una durata di 3-4 ore ogni pomeriggio. Ogni gruppo di ricerca potrà ospitare al massimo 2 studenti.

Proposta 5: Seminari su argomenti riguardanti la Scienza dei Materiali (da tenersi presso la nostra scuola).

E’ possibile organizzare seminari/conferenze di orientamento per gli studenti dell’ultimo anno della, ai fini della scelta consapevole ed informata dell’indirizzo universitario .

Per esigenze di approfondimento o di aggiornamento nell’ambito dei programmi di studio di fisica e di Chimica, seminari/lezioni su particolari argomenti riguardanti la Scienza dei Materiali potranno essere concordati con la nostra scuola.

Le iniziative presentate si collocano nell’ambito del piano nazionale delle lauree scientifiche per la Scienza dei Materiali, che (per questo anno scolastico/accademico 2018-2019) riguarderà azioni fondamentali rivolte agli studenti e ai docenti delle scuole superiori :

1) Laboratori (con la collaborazione dei docenti) ed attività di formazione e di orientamento verso le discipline scientifiche universitarie

2) Autovalutazione–Orientamento attraverso attività’ didattiche nella Scuola per migliorare la preparazione degli studenti relativamente alle conoscenze richieste dall’Università’ nel primo biennio dei corsi di studio scientifici

3) Formazione Insegnanti: formazione continua degli insegnanti scolastici di ultimo triennio basata sulla condivisione di competenze acquisite nella prassi quotidiana e conoscenze delle nuove tecnologie didattiche al fine di incrementare la crescita professionale.

Si sottolinea che le attività laboratoriali proposte possono rientrare nel percorso di alternanza scuola lavoro.

Analogamente, saranno certificate le ore di formazione/aggiornamento per i docenti che avranno partecipato alle attività sopra proposte.

  

   IL DIRIGENTE SCOLASTICO
  f.to  prof.ssa Maria Rosaria Autiero
                                                                                     "firma autografa sostituita a mezzo stampa

 ai sensi dell’art. 3, comma 2 del d.lgs n. 39/1993